du Conseil

La cultura dello sport

La nostra regione da sempre investe energie sugli sport invernali e i numerosi successi conseguiti negli anni in svariate discipline della neve e del ghiaccio attestano questo profondo interesse.

Oggi non solo i nostri atleti di punta, noti a livello internazionale, ma pure i giovanissimi – basti pensare ai prestigiosi risultati ottenuti ai recenti mondiali giovani di biathlon – si impongono in competizioni di altissimo livello.

Questi risultati sono certamente frutto del talento dei nostri sportivi, ma senza il prezioso lavoro, assistito dalla passione, dei numerosi sci club sparsi sul territorio difficilmente avrebbero conse- guito prestigiosi risultati.

È trascorso un anno dall’inizio della pandemia e tuttora – è sotto l’occhio di tutti – viviamo una situazione di profonda crisi e di disagio in tutti i settori della vita sociale ed economica.

Nonostante le difficoltà, l’attività delle discipline sportive prosegue, grazie all’impegno e ai sacri- fici degli atleti, delle associazioni e dei club e grazie alla sensibilità dell’amministrazione regio- nale, che, pure in questi mesi, sostiene, per tutti gli sport, l’organizzazione e la partecipazione a manifestazioni locali, nazionali e internazionali: come dimenticare il meraviglioso europeo di atletica in cui una straordinaria Eleonora Marchiando ha contribuito a realizzare il nuovo record italiano della 4×400?

Un sostegno fortemente voluto dall’amministrazione regionale, le cui motivazioni sono ben rap- presentate dalla legge regionale 3/2004, “Nuova disciplina degli interventi a favore dello sport”, che non concerne esclusivamente l’attività agonistica ma promuove pure l’attività dilettantistica, rimarcando “la funzione sociale dell’attività sportiva, il ruolo dello sport a salvaguardia della salute fisica e dell’integrità morale ed il suo contributo alla lotta contro la tossicodipendenza, le devianze e l’emarginazione e l’importanza della formazione e dell’educazione dei giovani attraverso lo sport”.

Il gruppo dell’Union Valdôtaine vuole condividere questa riflessione, oggi, nell’anniversario della nascita del “Courmayeur ski-club Mont-Blanc”, fondato il 9 marzo 1912, che fu la prima associa- zione sciistica valdostana.

Un ricordo teso a omaggiare tutte le associazioni sportive della nostra regione.

Related posts
du Conseildu Gouvernement RégionalLe groupe Conseiller

Condoléances du Président de la Région Erik Lavevaz et du Groupe Conseiller de l'Union Valdôtaine après le décès de l’abbé Luigi Maquignaz

Le Président de la Région Erik Lavevaz et le Groupe Conseiller de l’Union Valdôtaine…
Read more
du Conseildu Gouvernement RégionalLa vie de l'Union

Aurevoir Mme Zimara

Le groupe de l’Union Valdôtaine du Conseil a le regret d’annoncer le décès de Mme…
Read more
du Conseildu Gouvernement Régional

300 participants pour le 46e rendez-vous des émigrés valdôtains en Vallée d’Aoste.

À l’issue d’une série de quatre conférences consacrées à la mémoire de l’émigration…
Read more
se sei un autonomista e ti piace il progetto Peuple Valdôtaine Blog
Scrivici!

Saremo felici di contattarti e darti il tuo spazio di espressione