du Gouvernement Régional

Decretato lo stato di grave pericolosità d’incendio boschivo

L’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali, Davide Sapinet, comunica che oggi, martedì 6 aprile 2021, il Presidente della Regione, sulla base dell’andamento meteo-climatico dell’ultimo periodo, ha decretato lo stato di grave pericolosità d’incendio boschivo su tutto il territorio regionale non innevato.

In particolare, il decreto sancisce lo stato di grave pericolosità nelle zone boscate, fino a una distanza di 50 metri da queste, e nei terreni incolti, con decorrenza immediata e sino al verificarsi di consistenti precipitazioni su tutto il territorio regionale che riducano stabilmente il livello di pericolo.

Su tutto il territorio della Valle d’Aosta sottoposto alla tutela del Decreto – ai sensi dell’art.11 della legge regionale 3 dicembre 1982, n. 85 e in base all’art. 182 co. 6bis del decreto legislativo n°152 del 3 aprile 2006 e successive modificazioni – è sempre vietato a chiunque accendere fuochi, abbruciare stoppie o altri residui vegetali, dar fuoco alle discariche di rifiuti e usare inceneritori sprovvisti di abbattitore di scintille.

Inoltre, fino alla cessazione dello stato di eccezionale pericolosità, è vietato all’interno delle zone boscate e a una distanza inferiore a 50 metri da esse, così come dagli incolti a esse limitrofi:

a) far brillare mine senza la preventiva autorizzazione da parte della Stazione del Corpo Forestale della Valle d’Aosta giurisdizionalmente competente; usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli;

b) usare motori sprovvisti di scarico di sicurezza, nonché fornelli o inceneritori che producano favilla o brace;

c) transitare con mezzi di trasporto dotati di motore a scoppio, su strade di carattere agricolo o forestale entro le zone boscate, fatta eccezione per coloro che abbiano diritto di accesso in quanto proprietari, usufruttuari o conduttori di fondo e loro familiari e ospiti, nella zona servita dalla strada, ovvero abbiano necessità di accedervi per ragioni di abitazione o dimora o lavoro o servizio;

Infine, tutte le accensioni che non siano espressamente vietate per legge, dovranno essere preventivamente autorizzate dalle competenti Stazioni del Corpo Forestale della Valle d’Aosta.

Si raccomanda anche di astenersi dal gettare oggetti incandescenti dai finestrini degli automezzi, in special modo fiammiferi e/o mozziconi accesi.

Si rammenta che l’importo delle sanzioni amministrative può raggiungere la somma di 4 mila 128 euro, fatta salva l’applicazione delle norme penali qualora l’accensione del fuoco determini situazioni di pericolo e/o danni a persone o cose.

Fonte: Assessorato Agricoltura e Risorse naturali – Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d’Aosta

Articles Similaires
du Gouvernement RégionalNews

Discarica di Brissogne invasa dalle api: si richiede massima attenzione agli apicoltori

L’Assessorato dell’Agricoltura e Risorse naturali informa che la scorsa settimana, a causa del…
Continuer
du Conseildu Gouvernement RégionalNews

Entretien avec l'Assesseur à l’agriculture et aux ressources naturelles Davide Sapinet

Davide Sapinet est Assesseur à l’agriculture et aux ressources naturelles depuis le 21 octobre…
Continuer
du Gouvernement Régional

Test antigenici rapidi e molecolari anti-Covid gratuiti

In relazione all’approvazione della deliberazione del Governo regionale sull’erogazione di test…
Continuer
se sei un autonomista e ti piace il progetto Peuple Valdôtaine Blog
Scrivici!

Saremo felici di contattarti e darti il tuo spazio di espressione

 

du Gouvernement Régional

COVID-19: In Valle d'Aosta situazione critica

Vaut la peine d'être lu...