Senza categoria

Approvato il disegno di legge di manutenzione dell’ordinamento regionale per il 2022. Grosjacques « un testo che sburocratizza pratiche amministrative »

Con 18 voti a favore (UV, AV-VdAU, FP-PD, SA, GM) e 17 astensioni (Lega VdA, PlA, PCP, FI) espressi nella seduta del 27 aprile 2022, il Consiglio Valle ha approvato il disegno di legge di manutenzione dell’ordinamento regionale per il 2022 e disposizioni urgenti.

Il provvedimento, presentato dalla Giunta l’8 marzo, si compone di 34 articoli finalizzati alla manutenzione periodica del sistema normativo regionale modificando alcune leggi regionali riguardanti ambiti diversi.

Il disegno di legge estende, a decorrere dal periodo di imposta in corso al 1° gennaio 2022, il regime di esenzione dal pagamento dell’IRAP previsto per gli enti del terzo settore anche alle Aziende pubbliche di servizi alla persona oltre che l’applicabilità dei contributi in conto interessi a sostegno della prima abitazione anche nei confronti di chi stipula mutui con l’INPS, per evitare discriminazioni rispetto ai mutui bancari.

Il Presidente della quarta Commissione, Giulio Grosjacques, nell’annunciare il voto favorevole del gruppo UV, ha osservato che “con questo testo si sburocratizzano le pratiche amministrative, dando una maggior tranquillità e una velocità di rapporti con lo Sportello unico degli enti locali. L’aumento del plafond di CVA per gli investimenti nei prossimi cinque anni è un bene, così come l’articolato in materia di concessioni idroelettriche fa chiarezza tra le competenze in capo alla politica e quelle in capo alla dirigenza: sarà importante -secondo Grosjacques- concentrarsi su di una legge che disciplini le concessioni e le eventuali sanzioni al fine di evitare di riempire gli uffici di contenziosi”.

Viene inoltre disposta la proroga di ulteriori 210 giorni dopo la cessazione dello stato di emergenza da Covid-19 per gli interventi edilizi semplificati a carattere temporaneo oltre che la possibilità di rendere definitivo l’intervento attraverso la sua regolarizzazione con il titolo abilitativo, qualora ammesso dalle norme edilizie e urbanistiche ordinarie vigenti.

In materia di mutui a favore delle attività turistico-ricettive e commerciali, è estesa al 30 giugno 2023 la sottoscrizione dei contratti di mutuo stipulati, con l’obiettivo di attenuare la pressione finanziaria sull’attività di questa tipologia di imprese in conseguenza dell’emergenza da Covid-19. Per le nuove imprese innovative che hanno ottenuto un contributo (fissato in 150mila euro massimi per impresa) è stata prevista l’abrogazione del tetto annuo di 75mila euro riconosciuto per gli stati di avanzamento. Considerata la carenza di materie prime e le difficoltà nella consegna dei beni, viene prorogato da un anno a diciotto mesi il termine per la conclusione degli investimenti per i quali erano stati concessi contributi a parziale copertura dei costi in beni strumentali o in opere di adeguamento degli spazi funzionali all’esercizio dell’impresa (di cui alla legge regionale 15/2021).

Il provvedimento prevede l’aumento da 450 a 500 milioni di euro del bond emesso dalla Compagnia Valdostana delle Acque e destinato al mercato riservato a investitori istituzionali.

Viene inoltre riconosciuto il gioco della morra, fatti salvi i divieti previsti dalla normativa vigente, nell’ambito dei giochi appartenenti alla tradizione valdostana, come auspicato dalla « Federachon Esport de Nohtra Tera ». 

L’attività di classificazione delle infrastrutture sportive di interesse regionale deve essere coerente con la pianificazione regionale in ambito turistico-sportivo la cui valutazione è demandata ad una commissione cui partecipa anche il CONI.

Infine, in materia di segretari degli enti locali, sono introdotte modificazioni per soddisfare l’esigenza dell’Agenzia regionale dei segretari degli enti locali della Valle d’Aosta di ampliare, il più possibile e in tempi rapidi, l’elenco degli iscritti all’Albo regionale dei segretari (ex parte I), attualmente esaurito essendo i segretari di ruolo tutti incaricati. La modificazione prevede la possibilità di iscrizione all’ex parte I dell’Albo, a domanda e senza necessità di frequentare il corso di formazione previsto sulle peculiarità dell’ordinamento regionale, per quei soggetti che risultano iscritti all’Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali e che, in passato, avevano superato uno degli appositi concorsi espletati per il reclutamento di segretari degli enti locali della Regione, nonché il preliminare accertamento linguistico di conoscenza della lingua francese.

Related posts
Senza categoria

Aujourd’hui l’Union Valdôtaine fête ses 77 ans!

Le 13 septembre 1945,16 personnalitésValdôtainesillustresse…
Read more
Senza categoria

Manes: un homme concret, un digne représentant des Valdôtains à Rome.

Nous rapportons intégralement le discours prononcé par Franco Manes au Conseil Fédéral du 21…
Read more
Senza categoria

Approvato testo di legge in materia agroalimentare.

Con 18 voti a favore (UV, AV-VdAU, FP-PD, SA, GM) e 17 astensioni (Lega VdA, PCP, PlA, FI), il…
Read more
se sei un autonomista e ti piace il progetto Peuple Valdôtaine Blog
Scrivici!

Saremo felici di contattarti e darti il tuo spazio di espressione